MESTRUAZIONI TROPPO ABBONDANTI

Le mestruazioni troppo abbondanti sono senza dubbio un disagio molto fastidioso, ma non solo. Possono infatti incidere anche sulla salute, provocando anemia ed altre problematiche. In questo articolo vediamo come riconoscerle, quali sono le loro cause, i rischi e come intervenire in modo naturale quando le mestruazioni sono troppo abbondanti.

Mestruazioni troppo abbondanti, i rischi

In termini tecnici le mestruazioni troppo abbondanti si definiscono “menorragia” oppure “ipermenorrea”. Come capire se ne soffri? Puoi accorgertene dalle seguenti caratteristiche:

  • si deve cambiare l’assorbente esterno ogni ora (o il tampone interno ogni due ore) per diverse ore consecutive
  • il flusso dura più di 7 giorni
  • sono presenti coaguli di sangue.

Se ti è mai capitato di avere mestruazioni troppo abbondanti conosci bene i forti disagi che questo comporta nella vita quotidiana. Ma forse non sai che può causare diversi problemi di salute, anche a lungo termine. Ecco quali:

Dolore

Avere un flusso molto abbondante aumenta di quasi cinque volte il dolore mestruale, perché, proprio nel tentativo di ridurre l’emorragia, le contrazioni dell’utero si fanno particolarmente intense.

Anemia

Perdere ogni mese cospicue quantità di sangue riduce gradualmente le riserve di ferro dell’organismo, fino ad arrivare a una vera e propria anemia da carenza di ferro. Ci si sente allora deboli, senza energia e senza motivazione, tutto sembra difficile. Si fatica a concentrarsi, memoria e attenzione diminuiscono, così come il desiderio sessuale. E il rischio di cadere in depressione raddoppia! Per non parlare degli inconvenienti estetici: il ferro infatti è indispensabile affinché i capelli crescano forti e resistenti, e in sua carenza il bulbo pilifero si indebolisce e i capelli diventano sottili e opachi.

Endometriosi

L’endometriosi è una seria patologia il cui rischio raddoppia quando si soffre di menorragia.

Asma

Se soffri di asma, forse avrai notato che durante le mestruazioni è più probabile avere un attacco. Questo perché i cambiamenti ormonali che attivano il flusso mestruale provocano allo stesso tempo uno stato di infiammazione generalizzata, che si ripercuote anche sui bronchi. E, se il ciclo è abbondante, il problema peggiora! La carenza di ferro infatti aumenta l’iperreattività delle mucose bronchiali e la produzione di sostanze infiammatorie.

mestruazioni troppo abbondanti

Cause di mestruazioni troppo abbondanti

Di norma la causa di mestruazioni troppo abbondanti può essere di due tipi: uno squilibrio ormonale, oppure una problematica all’utero.

Le cause ormonali consistono in uno squilibrio tra estrogeni e progesterone. Il progesterone è l’ormone che stabilizza l’endometrio (la mucosa che riveste l’utero) e lo compatta, permettendone una facile espulsione attraverso il flusso mestruale. Quando il progesterone è troppo basso la crescita dell’endometrio durante il mese sarà irregolare, e altrettanto irregolare sarà il suo sfaldamento e la sua espulsione durante la mestruazione, con un aumento delle perdite di sangue.

Il progesterone basso può causare anche spotting, ecco perché a volte spotting e menorragia possono comparire insieme.

Livelli troppo bassi di progesterone possono (ma non necessariamente) indicare la presenza di un ciclo anovulatorio, cioè in cui l’ovulazione non è avvenuta, perché il progesterone viene prodotto soprattutto dopo l’ovulazione. E possono verificarsi in diverse circostanze:

  • nelle ragazze giovani, in cui il ciclo non si è ancora stabilizzato
  • nelle donne oltre i 40 anni, che già 6-8 anni prima della menopausa possono cominciare ad avere qualche alterazione ormonale
  • nelle donne che soffrono di sindrome dell’ovaio policistico
  • in caso di forte stress.

In alternativa, le mestruazioni troppo abbondanti possono essere dovute a cause organiche che interessano l’utero: di solito la presenza di polipi o fibromi.

In casi più rari poi sono la conseguenza di malattie sistemiche come disfunzioni della tiroide o disordini della coagulazione.

I rimedi naturali

In presenza di mestruazioni troppo abbondanti è sempre bene consultare il ginecologo, che farà tutti gli accertamenti necessari per individuare la causa del problema. Esistono poi alcuni rimedi naturali che possono essere di aiuto: Borsa del pastore, Alchemilla e Cannella hanno proprietà antiemorragiche, quindi possono ridurre il sintomo. L’Agnocasto invece risulta utile per riequilibrare l’asse ormonale femminile e dare sollievo a tutti i disturbi del ciclo mestruale.

Infine, se le mestruazioni troppo abbondanti provocano anemia, è bene intervenire con un integratore di ferro.

IMPORTANTE: Ogni tipo di parere è sempre espresso nei termini dell’energetica dei sistemi viventi e non dovrà mai essere ritenuto una diagnosi e non dovrà mai essere considerato un parere medico. Il presente documento non è prescrizione medica ma contiene una serie di suggerimenti di ordine naturopatico. In caso di patologie accertate, prima di intraprendere qualsiasi trattamento, è sempre doveroso rivolgersi ad un medico.