MICOTIROSOLO: LO STUDIO CLINICO

MICOTIROSOLO è uno dei principali prodotti del nostro programma in tre step contro la candida.

La sua azione si basa sull’idrossitirosolo, un polifenolo naturalmente presente nell’ulivo, che gode di proprietà antimicrobiche, antiossidanti e antinfiammatorie ampiamente documentate dalla ricerca scientifica (ne abbiamo parlato dettagliatamente qui). Completano la formulazione Tea Tree Oil, Lapacho, Noce e Rame, che amplificano gli effetti dell’idrossitirosolo e ottimizzano il naturale funzionamento del sistema immunitario.

L’efficacia di MICOTIROSOLO nella prevenzione delle candidosi ricorrenti è stata oggetto di uno studio clinico di cui in questo articolo vogliamo approfondire i dettagli.

micotirosolo studio clinico

Lo studio si è svolto tra il 2016 e il 2017 presso il Policlinico Universitario “Campus Biomedico” e il Policlinico Universitario “La Sapienza” di Roma, e i risultati sono stati pubblicati nel 2020 sulla rivista medico-scientifica internazionale European Review for Medical and Pharmacological Sciences.

Sono state invitate a partecipare allo studio 60 donne con una storia di candidosi recidivante: le pazienti avevano avuto da 4 a 12 episodi di candida negli ultimi due mesi, in media un episodio ogni due mesi. Al momento di iniziare la sperimentazione tutte erano prive di infezione, e con tampone negativo.

Con l’obiettivo di prevenire ulteriori recidive è stata quindi iniziata una profilassi trimestrale con MICOTIROSOLO, al dosaggio di 2 compresse al giorno per il primo mese e poi 1 compressa al giorno per i due mesi successivi.

Ed ecco gli straordinari risultati ottenuti:

  • Durante i tre mesi di assunzione di MICOTIROSOLO, ben 8 pazienti su 10 non hanno avuto episodi di candida! Ricordiamo che, nell’anno precedente, le recidive erano state in media una ogni due mesi, ma in molti casi anche una al mese. Tre mesi senza infezioni indicano quindi un netto miglioramento della situazione.
  • Alla fine dello studio tutti i segni e sintomi della candidosi erano migliorati rispetto ai 12 mesi precedenti: prurito, bruciore, arrossamento, gonfiore, perdite vaginali, secchezza vaginale, dolore durante i rapporti, e infine dolore alla minzione (anch’esso un sintomo comune, anche se meno noto, della candidosi).
  • L’attività sessuale era significativamente aumentata.
  • Le pazienti si sentivano nettamente meglio in termini di condizioni generali di salute e qualità della vita.
  • Il 90% delle pazienti si è dichiarato molto soddisfatto del trattamento, mentre solo 3 su 60 hanno dichiarato di non aver percepito nessun miglioramento. E quasi tutte hanno deciso spontaneamente di continuare l’assunzione di MICOTIROSOLO anche dopo la fine della sperimentazione.
  • Non è stato segnalato nessun effetto collaterale, in particolare nessuna infezione vaginale di altro genere. Questa è una importante verifica del fatto che MICOTIROSOLO non altera l’equilibrio del microbiota vaginale. A riprova della sua ottima tollerabilità, nessuna partecipante si è ritirata dallo studio.

In questa sperimentazione, MICOTIROSOLO è stato assunto al dosaggio di 2 compresse al giorno per un mese, e poi 1 compressa al giorno per due mesi. Vogliamo sottolineare che nei casi più ostinati (ad esempio quando si verificano più di 6 recidive all’anno, oppure in presenza di Candida glabrata che risulta essere più difficile da debellare) è possibile continuare ad assumere 2 compresse al giorno anche per tre mesi, senza alcun problema, e poi proseguire con 1 compressa al giorno ancora per 3 mesi.

NB: L’assunzione di MICOTIROSOLO è sconsigliata durante la gravidanza e l’allattamento.

IMPORTANTE: Ogni tipo di parere è sempre espresso nei termini dell’energetica dei sistemi viventi e non dovrà mai essere ritenuto una diagnosi e non dovrà mai essere considerato un parere medico. Il presente documento non è prescrizione medica ma contiene una serie di suggerimenti di ordine naturopatico. In caso di patologie accertate, prima di intraprendere qualsiasi trattamento, è sempre doveroso rivolgersi ad un medico.